lunedì 24 ottobre 2016

Come Pubblicizzare un App (Seconda Parte - Come Creare Un App di Successo)



La scorsa settimana abbiamo parlato di come creare una app di successo, oggi vedremo come far conoscere la app che abbiamo realizzato. Una buona pubblicità potrà portarvi sicuramente incrementare il numero di download, ma ricordatevi sempre che il vero successo sta nella app stessa: se è gradita, ben fatta e soprattutto se funziona correttamente.

Andiamo a scoprire come pubblicizzare una app android o ios, in primis con strumenti come facebook (ma non solo) che possono servirci a diffondere la app e incrementare downloads e rating sullo store.

Ciò nonostante è importantissimo far conoscere e divulgare la propria creazione a un pubblico più ampio possibile. Per farlo ci sono numerose strade da poter intraprendere anche secondo il vostro budget. Fortunatamente al giorno d’oggi è facile potersi sponsorizzare in maniera del tutto gratuita.



PRIMA DI LANCIARE LA APP
 
 Innanzitutto cominciate a creare profili su Facebook, Twitter e Instagram della vostra applicazione. Vi consiglio di farlo almeno una decina di giorni prima che esca sugli store. Adesso va molto di moda il marketing del preannunciare l’uscita di qualcosa incuriosendo il pubblico e senza svelare del tutto di che cosa si tratti. Bene far familiarizzare subito i possibili utenti con qualche immagine della app (personaggi, logo, ecc) e cominciare una sorta di conto alla rovescia sui social, un Coming Soon dando pochissimi indizi. Appena creati i profili, provvedete immediatamente ad invitare tutti i vostri contatti a mettere “like” in modo che possano essere informati all’istante di tutte le novità e dell’imminente uscita. Agli amici più intimi, parenti, ecc chiedete il favore di invitare a loro volta i propri contatti in modo da creare una rete abbastanza ampia prima di iniziare.


http://www.ebay.it/itm/10x-EREZIONE-DURA-PENE-SESSO-IMPOTENZA-EREROK-ERBE-NATURALI-DISFUNZIONE-ERETTILE-/162221306180?hash=item25c524b144:g:VNIAAOSwdzVXmFKP
 



USCITA DELLA APP, E DOPO??


Quando la vostra app sarà sugli store dovrete innanzitutto sponsorizzarla adeguatamente nei vostri profili attivati. A questo punto tutto deve essere chiaro, cristallino. Consiglio di creare collage con logo app, brevissima descrizione (massimo 5 parole) e immagini delle piattaforme dove è possibile scaricarlo (App Store, Google Play, Windows Store). 

NON dimenticate mai di inserire nella descrizione la gratuità della app (a meno che ovviamente non sia a pagamento). A partire da ora inizierà il vero lavoro: l’incessante susseguirsi di risoluzione bug e problemi vari ma soprattutto di aggiornamenti pubblicitari. 

A questo proposito mi sentirei di dirvi che a meno che non stiate dedicando le 24 ore del giorno alla vostra app (ma avete quindi un lavoro o state studiando), portare avanti tutto da soli potrebbe risultare quasi impossibile. Pescate fra i vostri amici o familiari qualcuno che creda davvero nel vostro prodotto e che abbia anche una minima dimestichezza con il marketing attraverso i social per potervi dare una mano. La miglior cosa sarebbe delegare del tutto il “pacchetto” pubblicità a qualcuno che abbia davvero voglia di farlo e di cui possiate fidarvi. Se (come nella maggior parte dei casi) avrete sviluppato la vostra app con altri colleghi, distribuitevi il lavoro in maniera equa e sarà un gioco da ragazzi.

COME MANTENERE AGGIORNATI I PROFILI


Cercate di non abbandonare mai i vostri social dedicati alla app. Aggiornate sempre con qualche screenshot, piccoli sondaggi, foto carine, in modo da non scivolare nel dimenticatoio di chi vi segue. L’aggiornamento dovrà essere costante ma anche molto discreto (uno o due a settimana al massimo, non superare le dosi consigliate se non volete perdere consensi ma soprattutto “like”).


CHIEDETE RECENSIONI 
  
Questo è un passo che va fatto dopo almeno un paio di mesi dall’uscita della app, ovvero quando avrete tutto più o meno sotto controllo (bug e crash iniziali sono tipici). Cominciate a cercare su internet blog come quello della sottoscritta o pagine web dove vengono normalmente recensite app e giochi nuovi. Non voglio spaventarvi ma probabilmente quasi tutti saranno disposti a farlo a cambio di denaro (anche se parliamo di cifre abbastanza popolari). 

https://rover.ebay.com/rover/1/724-53478-19255-0/1?icep_id=114&ipn=icep&toolid=20004&campid=5337998561&mpre=http%3A%2F%2Fwww.ebay.it%2Fitm%2FHolika-Holika-Pig-nose-Clear-Black-Head-3-step-Kit-Patch-anti-punti-neri-coreano-%2F162299610558%3Fhash%3Ditem25c9cf85be%3Ag%3AiFkAAOSw5cNYO~Lc


Qui sta a voi decidere quello che vi conviene di più. A proposito del “vile denaro”, Facebook vi proporrà un giorno sì e l’altro pure di inserire fra le pubblicità la pagina della vostra app in modo da essere visualizzata in maniera più forte e da molti altri utenti. Per questo vi chiederà circa 2 euro al giorno. Anche qui… se il vostro budget ve lo permette, io personalmente lo approvo.



VOLANTINAGGIO  

No, non mi sono catapultata nella preistoria. Il volantinaggio signori e signore è ancora un grandissimo mezzo pubblicitario perché permette di entrare subito in contatto con il prodotto senza ulteriori distrazioni. Secondo il tipo di app che avete creato, stampatevi dei volantini (anche in bianco in nero a bassissimo prezzo) e distribuiteli nei luoghi opportuni o attaccateli nelle bacheche di scuole e università, lasciatene qualcuno in qualche bar o pizzeria molto frequentati e aggiornatevi sempre sugli eventi della vostra città o località limitrofe che trattino temi quali internet, startup, videogames, ecc.



ISCRIVETEVI A CONCORSI  

Cercate sempre su internet concorsi per nuove app, ce ne sono diversi all’anno, non abbiate paura di proporre la vostra invenzione, perché anche un esito negativo suppone la supervisione della app da parte di un team che potrebbe prendervi in considerazione per altri progetti o altri contest. 


GADGET  

Questa ultima parte come già avrete capito è l’unica che presuppone un budget un pochino più corposo. In rete potete trovare centinaia di ditte che con il logo della vostra app possono creare qualsiasi prodotto (penne, portachiavi, spille ecc). Consiglio questa opzione in caso di eventi ai quali partecipare ma anche a chi ha una fitta possibilità di distribuzione, ad esempio a tutti gli studenti universitari o a chi lavora in una grande fabbrica con molti impiegati. 


Questi due articoli non pretendono istruirvi, ma solo darvi piccoli consigli su come affrontare l’avventura della creazione di una app. Ricordate che niente di quello che io o altri possiamo dirvi, determinerà mai il vostro personale successo. Il mero fatto di avere avuto un’idea e di poterla mettere in pratica è già ragione sufficiente per andare avanti, qualsiasi sia il vostro progetto. Le uniche cose che contano alla fine sono la costanza e credere in quello che si fa

Il resto, verrà da sé…




Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è molto ben accetto su questo blog, ogni opinione è gradita ed il confronto aiuta sempre, perciò ti invito a commentare, ma tieni conto di questi semplici accorgimenti:

1. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
2. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo non verrà pubblicato. Siamo qui per dialogare e non per insultare :)