lunedì 17 ottobre 2016

Come Creare una App di Successo (Prima Parte)




Dopo aver provato, installato, disinstallato e reinstallato app di cui poi ho scritto una recensione, mi sono fatta un’idea abbastanza precisa di che cosa serve per realizzare una app di successo e quali sono i motivi del fallimento di una app che pretende di entrare nei dispositivi di pochi o molti utenti. I prossimi due articoli tratteranno infatti di questo, cercare di capire come creare una app popolare, redditizia e di successo e anche come pubblicizzare una app. Ma di quest’ultimo argomento parleremo la prossima volta.








COSA CI VUOLE PER PRODURRE UNA APP

Avere una grande idea non significa poterla mettere in pratica. Innanzitutto bisogna rendersi conto che una app qualunque essa sia, altro non è che un insieme di codici e algoritmi, un po’ come il nostro DNA. Solo chi ha studiato almeno un minimo di programmazione può incamminarsi in tale avventura oppure, se voi stessi non siete in grado, il consiglio è affiancarsi subito un amico, parente o conoscente capace e che creda nella vostra intuizione. Se avete la fortuna di avere come contatti affidabili studenti di informatica o ingegneria, anche il tema “mezzi” è più o meno risolto. 

Esistono infatti molti programmi e software per creare app che non solo spesso sono a pagamento ma che devono essere conosciuti molto bene per essere utilizzati e di solito, anche per motivi meramente di studio, tali persone sono dotate di molti strumenti sopraelencati.





LA TUA IDEA POTREBBE NON ESSERE COSI’ ORIGINALE
  
La prima cosa da fare quando si pensa all’invenzione di una app che per noi è il non plus ultra è quella di andare immediatamente nei vari store delle tre piattaforme esistenti (IOS, Android, Windows Phone) e vedere se esistono già prodotti simili se non identici. Non voglio scoraggiarvi ma al 99% quello a cui avete pensato quasi sicuramente sarà già presente. Questo però potrebbe essere anche un enorme vantaggio, visto che studiando bene i vostri “avversari” potrete creare una app o totalmente diversa in modo da dare un’alternativa agli utenti, oppure scopiazzare idee e migliorare le app già esistenti. Tantissimi programmatori hanno riscosso un enorme successo proprio così. 

Vi faccio il paragone di due app, una delle quali è già stata recensita. Kitchen Scrumble è un simpatico gioco di cucina dove la protagonista deve cucinare nel più breve tempo possibile piatti ai suoi clienti. Inizialmente fu ideato solo come gioco per Facebook, dopodiché è approdato sugli smartphone. Ma su questi ultimi è molto lento, crasha, si blocca e non è comodo da usare. Qualcuno ha ben pensato di creare Rising Super Chef, una app totalmente identica ma con una giocabilità molto più fluida per dispositivi mobili (non è infatti mai stata presente su Facebook). Il risultato è stato sorprendente: milioni di utenti e non è difficile capire, questo vuol dire avere moltissimi acquisti in app.


Kitchen Scrumble
Rising Super Chef


COME GUADAGNARE CON LE APP

 Allora, chiariamo subito questo punto. Se non siete parte di un team relativamente numeroso, con persone non solo molto capaci ma che dedicano gran parte del loro tempo alla realizzazione e manutenzione di una app, dimenticatevi grandi guadagni. Avere moltissimi utenti significa dover stare dietro giorno e notte a risolvere bug, problemi di ogni sorta, lamentele, errori di server, ecc. Quindi, diciamo che quello che potreste ricavare da una app creata più per passatempo che per altro, saranno pochi spiccioli che al massimo possono permettervi una cena al ristorante ogni tanto o nel migliore dei casi il budget per una vacanzetta. 

https://rover.ebay.com/rover/1/724-53478-19255-0/1?icep_id=114&ipn=icep&toolid=20004&campid=5337998561&mpre=http%3A%2F%2Fwww.ebay.it%2Fitm%2FHolika-Holika-Pig-nose-Clear-Black-Head-3-step-Kit-Patch-anti-punti-neri-coreano-%2F162299610558%3Fhash%3Ditem25c9cf85be%3Ag%3AiFkAAOSw5cNYO~Lc



Detto questo la parte fondamentale che può farvi ricavare soldi da una app è quella dei famosi acquisti in app, ovvero tutte le opzioni fornite agli utenti per comprare qualsiasi cosa relativa alla vostra “invenzione”. Inoltre non sottovalutate mai la creazione di due versioni della stessa applicazione: una gratuita ma con inserti pubblicitari (che a livello di introiti vi daranno molto poco) e l’altra a pagamento ma priva di spot. Suggerisco per la seconda prezzi popolari e mai superiori ai 3 €.


LA GUIDA ABC PER CREARE APP

Non posso e non sono in grado di darvi suggerimenti troppo concreti anche perché ogni app avrà utenti e scopi diversi. Ciò nonostante esiste un piccolo vademecum per iniziare e che è bene tenere presente: 

1. A che pubblico è rivolta la app? Femminile? Maschile? Giovani? Meno Giovani? 

2. Una volta stabilito questo ricordatevi di impostare di conseguenza uno standard di grafica. I colori in NESSUN caso dovranno essere violenti, cioè fastidiosi per la vista, quindi evitate sempre i fluorescenti o quelli eccessivamente scuri e opachi. 


3. Per una app rivolta a un pubblico femminile si consigliano i colori pastello, per quello maschile i colori di base. 

4. Una app rivolta a un pubblico meno giovane dovrà prendere in considerazione il fatto di essere assolutamente semplice da usare e con caratteri mediamente grandi. 

http://www.ebay.it/itm/MACA-PERUVIANA-RADICE-POLVERE-25g-BIO-ENERGETICO-AFRODISIACO-STRESS-FERTILITA-/162196648623?hash=item25c3ac72af:g:NpsAAOSwqu9VUI3E


5. Per un’utenza più ampia sarebbe utilissimo (anche se non sempre possibile lo riconosco) poter offrire la propria applicazione in lingue diverse. Almeno italiano e inglese. Se una volta uscita riscontrate un certo successo, invertite un po’ del vostro denaro guadagnato nel farla tradurre in altre lingue da qualche amico poliglotta. 

6. Il rating è importantissimo!! Invitate all’interno della vostra app, la recensione sullo store (magari regalando qualcosa in cambio) ma fate attenzione anche alle critiche negative e cercate di dare riposte esaurienti e di risolvere i problemi degli utenti.



Una volta lanciata la vostra “creatura”, inizierà l’interminabile lavoro di marketing e promozione
Ma come già annunciato, di questo, parleremo nel prossimo post.

Stay tuned!!
 

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è molto ben accetto su questo blog, ogni opinione è gradita ed il confronto aiuta sempre, perciò ti invito a commentare, ma tieni conto di questi semplici accorgimenti:

1. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
2. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo non verrà pubblicato. Siamo qui per dialogare e non per insultare :)